Tariffe, Scadenze e Modalità di pagamento Tari

Ultima modifica 22 giugno 2022

Il tributo TARI è istituito per la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati.
E composta da una quota fissa, determinata in particolare in relazione agli investimenti per opere e ai relativi ammortamenti, e da una quota variabile rapportata alle quantità di rifiuti conferiti, alle modalità del servizio fornito e all’entità dei costi di gestione.

Le Tariffe vengono stabilite annualmente dal Consiglio Comunale sulla base di un Piano Economico Finanziario che tiene conto di tutti i costi inerenti il servizio di Raccolta – Trasporto e Smaltimento dei Rifiuti compreso gestione Ecocentro e Spazzamento / Lavaggio delle strade ed aree comunali nonché degli obiettivi di miglioramento della produttività e della qualità del servizio fornito.

Per il 2020 le tariffe sono state approvate dal Consiglio comunale con deliberazione n. 40 del 29/09/2020 (vedi delibera tabella tariffe Tari_2020

Per il 2021 le tariffe sono state approvate dal Consiglio comunale con deliberazione n. 24 del 29/06/2021 (vedi delibera) tabella tariffe Tari_2021

Per il 2022 le tariffe sono state approvate dal Consiglio comunale con deliberazione n. 16 del 31/05/2022 (vedi delibera) tabella tariffe Tari 2022

Le scadenze per il pagamento della Tassa sui Rifiuti per l'anno 2022 sono state stabilite come segue:

  • prima rata: 16 giugno  2022
  • seconda rata:  16 dicembre 2022

Per il calcolo della 1a rata TARI 2022 devono essere utilizzate le stesse tariffe dell'anno precedente (2021), mentre la 2a rata di saldo/conguaglio verrà calcolata sulla base dell'importo annuo dovuto, tenuto conto delle tariffe che saranno approvate per l'anno d'imposta 2022 in base al Piano Economico Finanziario elaborato secondo il nuovo metodo tariffario stabilito da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). 
Per tale motivo non è possibile pagare in Unica Soluzione

Il Mod. F24 pre-compilato è inviato con la bollettazione.  L' Addizionale Provinciale (pari al 5%), ossia il Tributo Provinciale per l'Esercizio delle Funzioni di Tutela, Protezione e Igiene dell'Ambiente (TEFA)  dal 2021 è  contabilizzato separatamente con un proprio codice tributo (in precedenza l'importo dovuto era sommato al saldo finale).

I versamenti possono essere effettuati presso qualsiasi sportello della Posta o Banca, oppure tramite Home Banking.